IL CASTELLO

I DISEGNI DEL CASTELLO DI PIEVE DI CADORE

I disegni del castello di Pieve provengono da un pregiato manoscritto,
dal titolo “Il Castello di Pieve ed altre Memorie storiche del Cadore”.
Il manoscritto risale agli inizi del XIX secolo, ed è stato attribuito a Mons.
Ciani, prima, e a Taddeo Jacobi, poi.
Consta di circa 300 pagine e contiene dieci disegni raffiguranti il castello
di Pieve insieme ad alcune chiese del Cadore. Inizialmente si era attribuito
il documento a don Giuseppe Ciani e in seguito – su segnalazione di Fabbiani
- a Taddeo Jacobi che forse lo mise insieme nel 1823.
Nel testo è scritto “attualmente cioè dopo il 1814…” e quindi questa si può
intendere una data dopo la quale è stato scritto.

THE DRAWINGS OF PIEVE DI CADORE CASTLE
The drawings of the castle of Pieve are taken from a precious
manuscript bearing the title The Castle of Pieve and Other
Historical Memories of the Cadore.
The manuscript dates backs to the 19th century and was attributed
to Monsignor Ciani at first, but later to Taddeo Jacobi.
It consists of 300 pages and includes ten drawings featuring
the castle of Pieve alongside a few churches of the Cadore.
Initially, the document had been attributed to don Giuseppe Ciani
and later – as hypothesized by Giovanni Fabbiani – to Taddeo Jacobi,
who might have compiled it in 1823. Since the sentence “nowadays,
that is after 1814” appears in the text, 1814 may be taken as
a date after which the document had been written.

Colora con ARTing