Marta Lorenzon, pittrice e designer.
Nata in provincia di Pordenone nel 1988,
dove vive e lavora.
Consegue la laurea in Arti Visive e dello
Spettacolo presso l’Università Iuav di Venezia,
si specializza poi in illustrazione
editoriale al MiMaster di Milano.
Collabora con case editrici e partecipa a mostre
nazionali e internazionali come illustratrice,
negli ultimi anni dedica la sua ricerca
principalmente alla pittura ad olio su tela.

Marta Lorenzon, Art painter and designer.
Born in 1988, she lives and works in Pordenone.
After studying Visual and Performing Arts at IUAV,
University of Venice, she studied illustration
techniques at MiMaster of Milan.
She worked as illustrator for different publishers
and took part in exhibitions both national and abroad,
in the last years her production has been
mainly focused on oil painting techniques.

MARTA LORENZON

Per me la pittura ruota intorno a un’idea di realtà ricostruita attraverso le sue impressioni.
I ricordi, impressi nella mente, vengono ricomposti su tela da pennellate e macchie di colore;
a tratti in maniera più nitida, a tratti più sfocata.
Ecco che il dipinto è definito solo parzialmente e talvolta appare frammentato.
I soggetti sono molto spesso figure umane, volti familiari ma anche luoghi vissuti,
mentre i lavori più recenti raffigurano paesaggi, principalmente gli spazi aperti
della campagna da cui provengo, e poi il ricordo della laguna lenta,
giù fino al borgo incantato di Caorle sul mare.
L’acqua è un elemento ricorrente nella mia produzione, tavolta rappresentata in superfici piatte,
in specchi d’acqua, talvolta come dimensione nella quale sembrano immergersi e dissolversi le figure.
La luce dei mie dipinti è quella calda del pomeriggio tardo con le ombre azzurre che crea;
il contrasto cromatico tra gli arancioni brillati e i blu freddi, da sempre mi ispira.


For me, painting is about reconstruction of an idea of reality through the impressions.
Pieces of memories, stains of colour, assembled to recreate moments lived and impressed on my mind.
Mnemonic fragments recomposed by free brushstokes and stains of colour,
sometimes more clearly, sometimes more blurred.
The subjects are human figures, people next to me, familiar faces and places I lived as well.
The latest works represent lanscapes and refers to the open spaces of my land ,
remembering and rediscovering marvellous slow holidays spent in Caorle,
fused together with the amazing sorrounding counrtyside.
Water is a recurring element in my production, sometimes rapresented in flat surfaces,
other times like a dimesion where the figures seem dissolving in.
The light I use is the warm late afternoon light with the shadows it creates.
The chromatic contrast between the sparkle oranges and the cold icy blues always inspired me.

Colora con ARTing la laguna di Caorle